Messaggio
  • Informativa cookie

    Questo sito usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ora sono bloccati, se riscontri problemi nell'uso del sito potrebbe essere dovuto a questo blocco. Clicca su OK per risolvere i problemi.

    Visualizza documentazione e-privacy Europa

    Hai scelto di mantenere bloccati i cookies se riscontri problemi nell'uso del sito potrebbe essere dovuto a questo blocco. Puoi sbloccarli quando vuoi:

Mondaino e il Montefeltro

(1 Vota)

L’entroterra di Rimini, Pesaro e Urbino mantiene intatta la bellezza paesaggistica e una ricca tradizione storica, culturale e gastronomica.

Mondaino in particolare appartiene ad un’area della Romagna che s’incunea nel territorio marchigiano a pochi chilometri da Urbino, e avvicina la regione all’alta Toscana, alle Marche e all’Umbria. Questo fa sì che al turismo della riviera si affianchi un turismo più variegato e curioso di scoprire i tesori dell’entroterra.

Il borgo di Mondaino emerge su un colle di oltre 400 metri su cui spiccano le mura del suo caratteristico castello, la piazza ottocentesca detta della Padella, la bella basilica tardo barocca e il suo campanile di pietre rosse, arricchita di tele di pittori marchigiani ed umbri di notevole pregio, e dall’antico convento delle Clarisse, situato con la basilica sulla via principale, sulla quale s’affaccia la nostra Locanda.

A ciò si aggiunga il notevole richiamo di alcune rinomate feste locali, tra le quali si segnala per l’originalità e la frequentazione il Palio del Daino.

In questo ricco contesto la nostra intenzione è di concertare la nostra attività con le realtà appena elencate, instaurando un circolo virtuoso che sia in grado di offrire ai turisti della riviera un’interessante e piacevole prospettiva nella realtà dell’entroterra, ai visitatori dell’entroterra una agevole visita e contatto intermittente con i tipici centri della riviera romagnola.

ITINERARIO 1 - MONTEGRIDOLFO, GRADARA, MONTE SAN BARTOLO.
 
Montegridolfo è un borgo medievale tra i più belli, a 1,5 km da Mondaino. Vale la pena di visitarlo anche per il bellissimo panorama che dalle sue mura si ammira. 
Da qui si può raggiungere Gradara, distante 20 km da Mondaino. Gradara è un borgo più grande, ben conservato, nel cui castello si è svolta la drammatica storia d'amore tra Paolo e Francesca che ci ha raccontato Dante. Gli ambienti militari e residenziali della rocca, assai suggestivi, sono visitabili (da martedì a domenica 8.30-19.00), così come vale la pena visitare i camminamenti di ronda, da cui si può ammirare la struttura delle mura, oltre ad un bellissimo panorama.
Da qui ci si affaccia sul Monte San Bartolo, promontorio sul mare che separa la riviera di Cattolica e Gabicce dalla città di Pesaro.
Il monte è parco naturale, meta ambita anche dai ciclisti che percorrono le sue pendici a picco sul mare. Percorrendolo da Gabicce Monte in direzione Pesaro, si incontreranno vari punti panoramici e piccoli borghi medievali in cui vale la pena fermarsi. Vallugola è un'insenatura naturale che separa i promontori di Casteldimezzo e Gabicce. Antico porto romano, come testimoniano i ritrovamenti archeologici di terrecotte e statue, ora è sede di un suggestivo porticciolo turistico e di una spiaggia sassosa e acque limpide dove fare un bagno d'estate. Segue Casteldimezzo, che costituisce un balcone naturale da cui ammirare Gradara, San Marino e le vette del Catria. La rocca è scomparsa, ma restano le mura e la chiesa intitolata ai santi ravennati Apollinare e Cristoforo.
A seguire, si incontra Fiorenzuola di Focara, bellissimo borgo medievale affacciato al mare,
che conserva intatto nei suoi vicoli e nelle sue piazzette la memoria del passato. Degna di nota è la porta d'accesso al paese, sulla quale una targa rievoca i versi Danteschi (Inferno XXVIII) relativi ad un fatto avvenuto sul mare antistante, e la chiesa di Sant'Andrea, di cui sopravvive il suggestivo campanile con antico orologio che segna con rintocchi il passare del tempo.

ITINERARIO 1 - MONTEGRIDOLFO, GRADARA, MONTE SAN BARTOLO.

Montegridolfo è un borgo medievale tra i più belli, a 1,5 km da Mondaino. Vale la pena di visitarlo anche per il bellissimo panorama che dalle sue mura si ammira. Da qui si può raggiungere Gradara, distante 20 km da Mondaino. Gradara è un borgo più grande, ben conservato, nel cui castello si è svolta la drammatica storia d'amore tra Paolo e Francesca che ci ha raccontato Dante. Gli ambienti militari e residenziali della rocca, assai suggestivi, sono visitabili (da martedì a domenica 8.30-19.00), così come vale la pena visitare i camminamenti di ronda, da cui si può ammirare la struttura delle mura, oltre ad un bellissimo panorama. Da qui ci si affaccia sul Monte San Bartolo, promontorio sul mare che separa la riviera di Cattolica e Gabicce dalla città di Pesaro. Il monte è parco naturale, meta ambita anche dai ciclisti che percorrono le sue pendici a picco sul mare. Percorrendolo da Gabicce Monte in direzione Pesaro, si incontreranno vari punti panoramici e piccoli borghi medievali in cui vale la pena fermarsi. Vallugola è un'insenatura naturale che separa i promontori di Casteldimezzo e Gabicce. Antico porto romano, come testimoniano i ritrovamenti archeologici di terrecotte e statue, ora è sede di un suggestivo porticciolo turistico e di una spiaggia sassosa e acque limpide dove fare un bagno d'estate. Segue Casteldimezzo, che costituisce un balcone naturale da cui ammirare Gradara, San Marino e le vette del Catria. La rocca è scomparsa, ma restano le mura e la chiesa intitolata ai santi ravennati Apollinare e Cristoforo. A seguire, si incontra Fiorenzuola di Focara, bellissimo borgo medievale affacciato al mare, che conserva intatto nei suoi vicoli e nelle sue piazzette la memoria del passato. Degna di nota è la porta d'accesso al paese, sulla quale una targa rievoca i versi Danteschi (Inferno XXVIII) relativi ad un fatto avvenuto sul mare antistante, e la chiesa di Sant'Andrea, di cui sopravvive il suggestivo campanile con antico orologio che segna con rintocchi il passare del tempo.

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6